Titolo: Per un Giorno d’Amore (Just One Day#1) ; Per un Anno d’Amore (Just One Day #2)
Autore: Gayle Forman
Pubblicazione: Mondadori/Chrysalide Gennaio 2014

Trama: Per un Giorno d’Amore: Sono finite le superiori e Allyson e la sua migliore amica Melanie ricevono in regalo il tanto sognato tour in Europa. A Stratford-upon-Avon il paese dove nacque Shakespeare, conoscono Willem, affascinante ragazzo olandese, che recita in una rappresentazione underground della Dodicesima notte. Allyson se innamora all’istante con la struggente intensità della giovinezza. La mattina seguente lo incontra di nuovo e parlando con lui come se lo conoscesse da sempre, Allyson gli confessa la sua delusione per non aver visto Parigi. Il giovane attore si offre di accompagnarla… per un giorno. Un giorno soltanto, ma sarà il giorno che cambierà per sempre la vita di Allyson, che dopo una notte d’amore si risveglia sola senza sapere che fine abbia fatto Willem.

Per Un Anno d’Amore: L’affascinante Willem dopo l’incontro fatale con Allyson non aveva intenzione di abbandonarla ma non poteva certo prevedere di imbattersi in una banda di skinhead che gli provocano una commozione cerebrale. È già passato un giorno da quando ha lasciato la dolce Allyson. Willem è sparito all’improvviso dalla sua amata. E per Allyson, che si è ritrovata sola, sta sparendo ogni speranza di ritrovarlo. Lei non sa nulla di lui. Lui non ha nulla che possa ricondurlo a lei. La passione per il teatro porterà il giovane attore in giro per il mondo. Con l’indelebile ricordo nel cuore di un amore durato solo una notte… Ma il destino di due autentici innamorati non può essere così crudele…


Recensione

Chi ha peccato scagli le nuove copertine!! Già perché io sono tra quelle malfidate che ora si titrova a dover fare Mea Culpa per aver dubitato e tentennato su questi due romanzi solo perché le copertine scelte per la versione italiana sembravano gridare “Non leggeteci!!! Non ne vale la pena!!”
Beh, seguite il mio consiglio e chiudete un occhio sulla scelta artistica (di quello che per un libro è il biglietto da visita) e spalancateli immediatamente dopo, per apprezzare ogni singola parola scritta dalla Forman . Fidatevi…. ne vale davvero la pena!!
Due storie parallele, complementari e assolutamente speciali. Una duologia che va oltre i classici New Adult a cui siamo abituati. Nessun cli12842115ché da romanzetto rosa o nessun finale scontato ( anzi direi che quello mi ha lasciato un po’ troppa curiosità). La nostra autrice ha voluto certamente dare un taglio introspettivo alla sua storia e ha saputo regalare emozioni, dubbi, riflessioni che io almeno ho sentito anche mie.

E se il vero dilemma non fosse “essere o non essere” ma piuttosto “come essere”?

Esatto. Perché tutto quello che ci apprestiamo a leggere, soprattutto nel primo volume, è improntato su questa domanda. La nostra Allyson ha sempre vissuto una vita “da brava ragazza”. Sempre ottimi voti a scuola, diligente, ordinaria e possiamo anche osare, terribilmente scontata.
Così come scontato è il fatto che dopo il viaggio post diploma e pre università, si dovrà traferire a Boston per seguire le orme del padre e studiare per la propedeutica a medicina.
Ma cosa succede se per un incidente casuale, si incontra un ragazzo che la convince a tagliare le redini di una vita standardizzata e la trascina nel vortice dell’istinto? Ecco arrivare il nostro Willem che la spinge a trasgredire al suo programma di vacanze per seguirlo a Parigi.
Una Parigi ancora più ricca di fascino di quello che potremmo aspettarci in una classica gita turistica organizzata dalla scuola. Un caleidoscopio di sensazioni ed emozioni. Romantica, altezzosa ma anche dolce e accogliente. Niente Torre Eiffel, nè Louvre. Ma piuttosto un tour nei luoghi meno raccontati dalle guide, più veraci e passionali.  Un giorno solo LB-3-louise-brooks-28951930-1024-768viene concesso ad Allyson per impersonificare una sè, completamente diversa da quella che la sua famiglia aspetta a casa, in America. Una Lulù che riemerge dalla storia del cinema muto e della quale la nostra Ally da un’interpretazione tutta sua. Un giorno solo per “macchiarsi” indelebilmente e per dimenticarsi del tempo che scorre, inesorabile tra i ticchettii di quell’orologio che sul suo polso pesa troppo. Solo 24 ore per sentirsi “salva” dal pericolo della catatonica vita che si apprestava, inerme e passiva a dover vivere. Poi un risveglio amaro, il giorno dopo, quando si accorge di essere sola. Non c’è più Willem accanto a lei ma non c’è neanche più Lulù e rientrare nei panni di Allyson è troppo duro e ingiusto! Per un anno la sua ricerca la porterà a domandarsi chi è veramente la ragazza che appare riflessa nello specchio, cosa ne è stato del suo Willem e se davvero quella particolare coincidenza non fosse servita solo per aprirle gli occhi.
Così come Willem, nel suo personale racconto si troverà a fuggire un intero anno da se stesso. Da i ricordi di un passato che non sa spiegarsi, che ha dato per scontato e che invece ora riscopre nella loro vera bellezza e sincerità.12842134
Decine di luoghi faranno da sceneggiatura alle loro storie, ognuno vivendo da solo con le proprie domande a cui dare risposte. Ognuno di loro, immerso nel ben curato scenario di luoghi ai confini opposti del mondo, così lontani tra di loro eppure a pochi metri l’uno dall’altra ( tanto che ad un certo punto volevo gridare “Willy, guardati meglio intorno…lei è proprio lì…). Più si cercheranno più troveranno se stessi e recitando la loro personale rappresentazione shakespeariana di “Come vi piace” capiranno quale sia sempre stato il loro destino.
Shakespeare li ha fatti conoscere, Shakespeare li ha fatti crescere e sempre lui, eterno maestro delle coincidenze e dei travestimenti, li ha salvati da un torpore psicologico da cui non sapevano essere vittime, regalandogli forse la loro personale versione della “doppia felicità”.
Il loro viaggio non può essere relegato alle sole pagine di questi libri perché in ognuno di noi, qualche volta è sorta la domanda:
“Chi siamo veramente? Chi vogliamo essere? ”
La Forman ci ha dato l’incipit che forse anche a noi, come ai due protagonisti, mancava prima di questo “incidente”, regalandoci materiale dettagliato, profondo e intenso su cui riflettere.


Condividi con i tuoi amici