Titolo: Il Mesmerista
Autore: Andrea Zanotti
Pubblicazione: Self publishing maggio 2016

Trama: In città è giunto il Circo della Redenzione. Un circo bizzarro. Guitti, odalische e mangiafuoco portano sogni ed eventi luttuosi.
Una prostituta sacra operante via webchat morta per overdose da stramonio, un direttore di banca fatto a brandelli da un branco di cani e un assessore deceduto per incidente durante uno spettacolo. Questi sono gli accadimenti a spingere il professor Viviano a confrontarsi con il Mesmerista, il signore e padrone del Circo della Redenzione. Quest’uomo inquietante gli parlerà del Dio Denaro, fonte di tutti i mali dell’umanità, e lo coinvolgerà in vicissitudini che ne mineranno ogni convincimento e freno morale.
Amore, mistero e rivelazioni messianiche… o solo illusioni?


Recensone

Ammetto che più mi immergevo nella lettura di questo romanzo, più mi sentivo trascinata in una specie di dimensione onirica dove ogni scena sembrava evocazione mistica di un simbolismo a cui io, insieme al protagonista della storia, dovevo votarmi.
Un racconto che ha l’aspetto di una parabola e a viverla è un personaggio totalmente neutro, senza particolari elementi distintivi. Un soggetto “qualunque”.
Ma mai cedere al comodo aspetto dell’apparenza.
Ed è proprio questo il mistero da svelare. Scavalcare il senso comune delle cose, scavare oltre l’apparenza e trovare il coraggio di metter un punto ad una realtà viziata e corrotta.
Affidare poi il messaggio ad una carovana circense, secondo me, è stata la scelta più azzeccata. Un circo, il regno dello spettacolo goliardico in cui si palesa il gioco dell’apparenza, dietro la quale in questo caso, si nasconde il messaggio. Così come dietro il sorriso del pagliaccio c’è un volto serio, profondo, con dei pensieri e degli ideali da raggiungere.
Chi darebbe credito ad un branco di guitti e odalische? Chi oserebbe credere che oltre i carri colorati, gli abiti scintillanti e monili scampanellanti ci siano degli esseri intenti a perseguire un ideale? Un richiamo per molti ma un segno per i pochi che sono ritenuti eletti.
E non sempre è l’esemplare più noto e importante ad essere considerato degno di combattere in prima linea, di prestare il volto a questa guerra.

“«Voi siete il prescelto, Magister, voi avete il potere per minare alle basi il dominio del Dio Denaro. Lo sapete, siete diverso. Lo sapete, non potete mentire a voi stesso.”

Il nemico è forte, e il suo marchio, come un veleno, un virus letale e accecante è ben radicato nelle menti del mondo intero. I suoi discepoli agiscono per lui anche senza rendersene conto.

Il dio denaro è l’unica divinità che è riuscita a soverchiare l’intero pantheon, estirpando con tecniche acute e meticolose ogni altro valore che vada contro i propri interessi.

Come vincerlo? Come anche solo poter pensare che esista una sola possibilità di combatterlo?
È quello che si chiede il nostro protagonista, Ettore Viviano. Professore di storia in un liceo della piccola città dove si svolge la nostra storia, Ettore è un uomo comune e altrettanto comune è la situazione in cui si trova.
Separato e con una figlia birbante ma dolcissima. Papà single che cerca di arrabattarsi tra la sua figura di padre, di insegnante e di amico di un gruppetto di uomini conosciuti al tempo delle superiori.
Il professore Viviano ha il suo pensiero, i suoi ideali ai quali ha sempre cercato di attenersi, pur con le difficoltà della società in cui vive.
Nella sua esistenza arriva, con la forza devastante di un tornado, il Circo della Redenzione.
Termine chiave che caratterizza l’intero romanzo.
Redimersi, interrompere quel flusso nefasto che il Dio Denaro ha lasciato scorrere nelle menti degli uomini.
Imparare a vivere secondo natura. Tornare ai sani e puri principi dell’esistenza.
Anfitrione, guida e capo del gruppo circense, prende i panni del Mesmerista, spingendo l’eletto, ovvero Ettore sulla strada giusta per poter affrontare e sconfiggere il male.

Pochi fronzoli, pochi giri di parole per spiegare l’inutilità di tanti divieti che la società moderna impone per seguire un solo e ignobile obiettivo.
Come l’amore che il professore nutre per una sua allieva e da cui cerca insistentemente di redimersi per quel contegno e quel pudore che gli vieta di innamorarsi di una ragazza così più giovane di lui.
Ma il vero amore non conosce regole, non porta con se la volgarità ne divieti.

“Certo che il mondo che vi state costruendo è di una tristezza infinita, oltre che avere oramai i giorni contati. Arrivare a considerare l’amore un male, è un abominio in termini. L’amore libero, fonte di felicità e pace, messo alla gogna da puritani falsi e ipocriti. Poi fosse facile trovarlo! ”

Se si vuole vincere una forza così radicata nei secoli occorre sviscerare e combattere, senza guanti bianche e senza paura di macchiarsi le mani di sangue.

Redimersi vuol dire mettersi in gioco, anche rinunciare alla pace presente in visione di una felicità futura.

“Non è con le mezze misure che si ottengono i risultati. Non è accontentandosi che si trova la gioia. L’uomo è fatto per esser felice, non per viver di stenti e sofferenze e non deve accontentarsi di nulla di meno. Combattere, senza timore, senza moralismi e ipocrisie.”

Andrea Zanotti ha saputo dare ai lettori, attraverso questo romanzo dal carattere urban fantasy, uno schietto messaggio che ci porta a riflettere, obbligandoci a vivere, momento dopo momento, con l’ansia di Viviano, la difficile scelta tra il chiudere gli occhi e far finta di niente e il lottare a testa alta e muoversi per redimere l’intera umanità.

Lo stile liscio, autentico e realistico dell’autore ci impegna in questa lettura surreale ma alquanto efficace.
Siamo pronti anche noi a difendere i nostri ideali, a mettere in dubbio le regole di consuetudine per seguire le regole della giusta morale?
Zanotti ci ha spiegato che non si è mai troppo “anonimi” per fare il primo passo.

“il Mesmerista non lo aveva ingannato, c’era una guerra da combattere e lui l’avrebbe combattuta a testa alta. Aveva uno scopo e l’avrebbe perseguito con tutte la determinazione e le forze a propria disposizione.”


 

Condividi con i tuoi amici