Titolo: Vinci
Autore: Simona Diodovich
Pubblicazione: Self Publishing ottobre 2017

Trama: Cameron Sewell aveva una promettente carriera come boxeur finché, in un vicolo, non vide morire il padre davanti ai suoi occhi.
Celeste Pertweek era la più amata e quotata della scuola, finché non accusò il suo fidanzato, che praticava lo stesso sport, di aver abusato di una ragazza incosciente, durante una festa.
Due vite distrutte dagli eventi che s’incontrano per caso. Il destino mostra loro dove devono andare, per amare di nuovo davvero.
Perché, per quanto si possa combattere contro gli eventi, se il percorso è quello, si deve tornare su un ring e amare di nuovo lo sport che si ha nel sangue. La ragazza, che gli è accanto, è l’inizio di quel tassello.
Il ritorno del fratello Sean segna una nuova tessera verso il futuro di grande pugile.
Benvenuti in un ring, dove onore, rispetto e lealtà, sono marchi indelebili di questo sport.


Recensione

Sono appena stata sbattuta fuori dal vortice di Vinci. Un romanzo che mi ha letteralmente messo K.O.
E termine migliore non avrei potuto usare, visto l’argomento che caratterizza l’ultimo romanzo di Simona Diodovich.
Prima esperienza di lettura di una delle sue opere, devo ammettere che mi ha tolto il sonno, facendomi bruciare quasi 350 pagine in due giorni.
Forse partivo anche avvantaggiata dal fatto che già provavo per la boxe una particolare simpatia, ma vi assicuro che dopo questa lettura, chiunque sarebbe curioso di far capolino dentro una palestra per poter ammirare da vicino dei boxeur che si allenano. Lo stile di vita, il loro, tutto da ammirare. Esercizio, lealtà, fatica, dignità, coraggio…

La storia inizia con l’immagine di Cam, all’anagrafe Cameron Sewell, secondo figlio di Henry Sewell e nipote di Carl Sewell – due pugili famosi – rinchiuso in riformatorio. Il suo problema? Non riuscire a gestire la rabbia.
Sono passati circa due anni da quando l’immagine di suo padre, ucciso sotto i colpi mortali di quattro assassini, lo perseguita. Vide il corpo cadere inerme a terra, gli occhi opacizzarsi per il sopraggiungere della fine inevitabile, la macchia di sangue allargarsi.
Un incontro che non aveva accettato di perdere a tavolino, una vittoria guadagnata lealmente.
Tutto per difendere i propri principi, in onore di uno sport leale come la boxe. Così Cameron, appena quindicenne, si era buttato contro gli assassini del padre con tutta la abbia che possedeva, lasciandoli in fin di vita.
Una vendetta che gli costò il riformatorio.
Ma ora Cam è cresciuto, il tempo ne ha indurito il carattere. La boxe, la sua più grande passione, giace rinchiusa in un angolo del suo cuore.
Due anni intensi, in cui il suo sguardo carico di ira, rancore, senso di colpa, lo hanno reso un elemento da temere all’interno di quel circolo di ragazzi problematici con cui è costretto a convivere.
Ora, diciassettenne, le porte del suo carcere si aprono per lasciarlo andare.
Ma sebbene abbia imparato a controllare la rabbia, il passato che si porta nel cuore non potrà mai abbandonarlo. Il Cameron Sewell spensierato e felice, non potrà mai tornare indietro. Quello che era, finì senza vita insieme al corpo del padre, due anni fa.
Ma si va avanti e anche per lui non rimane altro che riprendere il corso della vita, rimanendo in disparte, senza farsi notare, senza attirare l’attenzione.
Decide di trasferirsi dal nonno, l’unico che non l’ha mai abbandonato, neanche il giorno del processo, quando al giovane figlio fu negato di presenziare al funerale del padre.
La vita a casa del nonno Carl Sewell, a Tucson, dovrebbe garantirgli la giusta pace di cui necessita per riprendere in mano la sua vita. Si trova, suo malgrado, immerso nello scandalo che l’anno precedente ha macchiato la fama di alcuni studenti del liceo in cui si è iscritto, per terminare il percorso di studi.

Celeste Pertweeck, bellissima ragazza, forse la più bella tra le sue amiche. Lei, fidanzata con il campione sportivo della scuola. Il top della fama e delle attenzioni. Quando passa per i corridoi, insieme a Dana e Abby, tutti si girano a osservarla. La sua vita sembra sfiorare la perfezione. Fino al giorno in cui, a una festa non scopre il suo ragazzo, Roy, violentare una compagna di scuola ubriaca, insieme ai suoi amici. Una violenza spietata di gruppo che, ovviamente, lei denuncia al preside immediatamente.
Ma il dolore di veder il proprio ragazzo abusare di una sua coetanea si aggiunge all’umiliazione ricevuta in cambio di quella denuncia. La scuola intera, schierata a favore di Roy non le vuole credere e la ragazza offesa, Susan, nega le accuse a carico dei ragazzi.
In un attimo la vita di Celeste si trasforma, prendendo le sembianze di un terribile film dell’orrore. Emarginata, offesa, denigrata, rimane completamente sola a lottare contro quel mare inerme e ignobile di studenti e professori che preferiscono credere a ciò che più fa comodo.
Anche Dana e Abby le danno le spalle, rinnegando un’amicizia che sembrava sincera.

La storia triste dei due ragazzi si intreccia inevitabilmente, creando un intricato e dolcissimo legame che farà venire i brividi. Due anime sole che si ostinano a difendere la verità, che si schierano in prima linea per proteggere i deboli, anche se le conseguenze sono tutt’altro che piacevoli.
Cam non riesce a rimanere inerme di fronte alle angherie sofferte dalla giovane e bellissima coetanea che sembra lontana anni luce dal resto di quel mondo omertoso e sporco che li circonda. Lei, come un pugile che si rispetti, incassa i colpi a testa alta, si rialza e torna in guardia.
Il dolore, la sofferenza che alimenta i loro cuori, li avvicina più che mai, fino a renderli l’uno la cura dell’altra.
La penna sapiente della Diodovich ci immerge in uno scenario vario e pieno di personalità diverse. A far da contorno alla storia dei due protagonisti, un affascinante quadro di sfumature cromatiche, ognuna attribuibile a un personaggio che aiuta a completare l’opera. Amiamo Cam e Celeste esattamente quanto odiamo Roy e Abby. Sorridiamo per Elliot e ci inteneriamo per Sean.

Ma protagonista assoluta è la boxe che come un filo conduttore, coordina e disciplina la vita di tutti i personaggi. Un vero e proprio elogio a questo sport così nobile e leale, da far da monito a ciò che è giusto e ciò che non lo è. Bullismo, violenza, emarginazione, vendetta, corruzione, ogni più infimo atteggiamento viene soverchiato, schiacciato sotto il peso di un valore ammirabile come quello che guida ogni buon boxeur.

Non ci sono momenti di pace per il lettore, che tra i numerosi colpi di scena, si crogiola nei sensuali e timidi contatti tra i due ragazzi.
Siamo portati a provare, con vividissima compartecipazione, ogni emozione che si accavalla nelle pagine del romanzo. Non c’è banalità o cliché che interrompa la trepidante corsa della lettura. Siamo divorati dagli eventi che si sovrappongono incessantemente, rimanendo catturati in quella rete di attenzione che dura fino all’epilogo.
Il cuore si gonfia nel petto, orgogliosi come se fossimo noi stessi nei panni dei protagonisti.
Felici e trepidanti di gioia nel vedere come poco a poco, la loro vita prende di nuovo a risplendere, riempiendosi di sogni, aspettative, traguardi.

Vittorie che rivendicano le ingiustizie subite, verità finalmente svelate e la fierezza di poter dimostrare, anche a chi non è più tra di noi, che si può tornare a vincere, con dignità, determinazione e coraggio.



Chi è  Simona Diodovich:

 

nasce a Milano il 17 Aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha ventinove anni d’esperienza lavorativa nell’editoria.

Ha lavorato con Arnoldo Mondadori per il Tv sorrisi e Canzoni, con le cover dei cd dello zecchino d’oro, per la Medusa Video le cover delle videocassette di Lupin III, persino con la LysoForm per un giornalino per i bambini sull’igiene, oltre le varie case editrici italiane. Prosegue la carriera come fumettista disegnando il dottor sorriso per conto della Fondazione Garavaglia, che si ispira alla fondazione americana di Patch Adams. Come grafica pubblicitaria si divide tra case editrici ed enti pubblici, dove realizza da sola volumetti sull’educazione stradale, manifesti, giochi, usando ogni sua conoscenza acquisita negli anni. Per amore dei disegni e, per il fatto che adorava inventarmi personaggi e storie, il passo dal disegnare storie e scrivere un libro è stato molto breve.

Per beneficenza, insieme a scrittori, poeti e cantanti, ha creato un pezzo per sensibilizzare la gente al problema SLA. Quel testo è poi stato doppiato dalla bellissima voce di Guido Ruberto e la fotografia è di Roberto Besana. Questo è il link https://youtu.be/zdl455jDijM

Per la “saga Hampton”, saga romance-sportivo, il primo libro, HHS-Hampton High School il secondo della stessa saga HUP-Hampton University Pirates è uscito ad Aprile 2015. E l’ultimo uscito HUL-Hampton University Life nel mese di Luglio 2015. Hampton’s sons 1 la rivincita è un raccontino spin off della saga Hampton. The Queen, fantasy new-adult. The Black Forest è un fantasy new-adult ed è il seguito di The Queen e Ma

squerade romanzo d’amore-chick lit. Hunters, collezione racconti Horror-Fantasy. Il mio nome è Carlie, della “Saga Deathless”, è il suo libro d’esordio. A seguito Sangue Perenne il secondo, Il re dei demoni il terzo. Deathless Prequel-L’ultimo Paradiso è il quarto della saga. Deathless-Ricordi bruciati è il primo di una serie di raccontini. Masked Girl, libro sui supereroi, primo della collana Masked Girl. Il cartaceo, a differenza dell’ebook contiene dei disegni della supereroina. Per sempre giovani romanzo d’amore contemporaneo. Fuoco cuore Acqua romanzo d’amore contemporaneo. HHS-Hampton High School è stato tradotto in lingua inglese. Charlie Khell e il pacchetto dell’illusionista è il primo di una saga per bambini dai 9 ai 12 anni e contiene disegni all’interno fatti dall’autrice. Toulane la farfalla è un epic-fantasy. Per un distributore di merendine in più è un libro per bambini, con disegni, e tratta l’argomento importantissimo del bullismo e cyber-bullismo, target 9/12 anni. Un sussurro tra i veli candidi racconto erotico. Vinci libro sportivo d’amore young adult sul pugilato.

Pagina autore dove vengono raccolti tutti i libri di ogni genere che io ho scritto: https://www.facebook.com/DiodovichSimona/

Tutti i libri hanno la copertina disegnata da lei.

Condividi con i tuoi amici