Titolo: Il palcoscenico del cuore (I Bacigalupi vol. 3)
Autore: Ledra
Pubblicazione: Self Publishing, settembre 2018

Trama:  L’Imperatore Mallio riuscirà a domare l’ingestibile Doralice? O sarà Doralice, l’ironica e dissacrante autrice di romance, a ridurre ai suoi piedi l’imprenditore tutto d’un pezzo?

Torna la serie i Bacigalupi, con protagonista il terzo fratello Mallio, un uomo abituato ad averle tutte vinte. Una storia che saprà strappare risate e far emozionare fino alla fine, perché l’amore da favola ha sempre qualche difficoltà da dover sconfiggere.

In ordine di lettura anche se sono tutti autoconclusivi:

Cuori in vetta e Strage di cuori (si trovano singoli oppure nella Bacigalupi prequel)
La disciplina del cuore
Un regalo speciale
L’inganno del cuore (questi tre volumi si trovano singoli oppure nella Bacigalupi collection)


Recensione:

Tanti cuori, infiniti e pieni di brio. Ledra sta crescendo e devo ammettere che questo ultimo romanzo l’ho trovato estremamente entusiasmante, frizzante e ironico. Un vero chick-lit.
La famiglia Bacigalupi, che abbiamo già conosciuto in precedenza, lascia spazio questa volta al produttore teatrale Mallio. L’imperatore. Come i suoi fratelli, il cuore del ragazzo è rimasto chiuso, rinforzato contro ogni futuro dolore, dopo la morte della madre. Ognuno di loro aveva giurato, davanti a quella lapide, che mai avrebbe amato così tanto, rischiando poi di doversi vedere ancora una volta strappare il cuore a brandelli. Persino Lorenzo, il padre, aveva promesso a se stesso e alla sua amatissima moglie che non avrebbe concesso a nessuno di penetrare quella corazza, lasciando che i sentimenti rimanessero, per sempre, ostaggio di quel ricordo.
Ma si sa, il cuore è un muscolo involontario e non segue la volontà di chi lo possiede.
Così ecco che lo sciupafemmine di turno si trova a dover fare i conti con una vipera dai magnetici occhi del colore dei fiordalisi e dai capelli biondi. Un’arpia travestita da pastorella. Eppure Doralice, scrittrice di romanzi rosa e migliore amica di Clelia, moglie di Gordiano Bacigalupi, tutto si sente tranne che un’amazzone inferocita. Para i colpi e difende la sua creatura. Mallio ha acquistato i diritti per mettere in scena un musical tratto dal suo romanzo, e la loro collaborazione proprio non vuole trovare un punto d’incontro.
Partiti con il piede sbagliato, entrambi non riescono a cedere davanti all’arroganza e alla presunzione che ognuno di loro dimostra in una disputa quasi inutile, se solo si fermassero a ragionarci su. Quello che ancora non comprendono è che basterebbe ammettere la loro reciproca attrazione, per trovare armonia anche nel lavoro. Mallio chiede aiuto alla sua famiglia, che conosce bene Doralice, e che non vede in lei altro che una giovane e interessante ragazza, perfetta per lui. Come sempre i Bacigalupi formano una squadra affiatata nel portare a compimento le più difficili missioni d’amore. Tutti partiti con i piedi di piombo di fronte al sentimento più forte, e tutti miseramente sopraffatti dagli eventi. Quando la ragione cede dinanzi all’amore, la fuga non è considerata una possibilità di scampo. Così anche il giovane produttore deve cedere all’inevitabile, rendendosi conto che quella pastorella ha decisamente qualcosa che lo attira, rispetto a tutte le sue precedenti conquiste. Soprattutto capisce che per lei prova qualcosa che va al di là della semplice attrazione fisica. La necessità di proteggerla, capirla, amarla, cambia le carte in tavola, permettendo a entrambi di conoscersi meglio, di darsi una possibilità di avvicinarsi, disarmati.
Anche per Doralice accettare l’attrazione per Mallio non sarà facile, nonostante la sua migliore amica e cognata del presuntuoso e affascinante Bacigalupi, tessa spesso le sue lodi. Quando entrambi deporranno le armi, saranno capaci di vedere oltre il muro che si sono creati per difesa.
Tra risate, figuracce, linguaggio pratico e scorrevole, Ledra regala un mix di sentimento e sarcasmo. Un completo e perfetto compromesso tra autoironia e passione.
Conoscere finalmente di persona l’autrice, ha reso la lettura di questo romanzo ancora più appassionante, come se fosse stata lei stessa a leggerlo per me, con le sue divertenti e ironiche note di stile.
Non dimentichiamo in tutto questo, una cura apprezzata nell’editing che conferisce all’opera un carattere lineare e preciso, scorrevole e fluido.
Brava Ledra, un altro cuore ha colpito al centro!


Potete trovarlo qui:

Condividi con i tuoi amici